Regolamenti

REGOLAMENTO D'ISTITUTO

La scuola ha il compito di garantire il diritto allo studio e all’educazione secondo i dettami della Costituzione Italiana e di promuovere la crescita culturale, sociale e professionale dello studente. L’istituzione scolastica in quanto comunità educativa richiede la partecipazione attiva e responsabile di tutti i soggetti ad essa interessati. Il presente Regolamento d’Istituto fa parte dei documenti fondamentali che regolano la vita della comunità scolastica e s’ispira ai principi fondamentali di:

  • Uguaglianza: il servizio scolastico è improntato al pieno rispetto dei diritti e degli interessi dell’alunno. All’interno della scuola nessuna discriminazione può essere compiuta per motivi riguardanti le condizioni socioeconomiche, psicofisiche, di lingua, di sesso, di etnia, di religione o di opinioni politiche.
  • Imparzialità, equità e regolarità operativa: i soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività e di equità. La scuola si impegna a garantire la vigilanza, la continuità del servizio e delle attività educative nel rispetto dei principi e delle norme sancite dalla legge.
  • Accoglienza ed integrazione: la scuola favorisce l’accoglienza dei genitori e degli alunni, con particolare riguardo alla fase di ingresso alle classi iniziali e alle situazioni di rilevante necessità. Attraverso il coordinamento con i servizi sociali, con gli enti locali e con le associazioni senza fine di lucro, la scuola pone in essere le azioni adatte ad avviare a soluzione le problematiche relative agli studenti stranieri e agli alunni diversamente abili.

Il Regolamento tiene conto del principio della corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia e il suo rispetto costituisce una evidenza dell’importanza e dell’attenzione che questo Istituto vuole dare al valore dell’impegno scolastico, fatto anche di rispetto degli orari e delle regole, che si devono applicare all’intero universo degli studenti, portatori delle più disparate esigenze.

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA

La scuola, come luogo educativo di esperienze condivisibili e di formazione culturale e civile, richiede da parte di tutte le sue componenti l’osservanza di norme, che, basandosi sulla normativa  vigente, regolino una positiva convivenza e favoriscano un ordinato svolgimento dei vari momenti della vita scolastica.

Pertanto, le regole di comportamento indicate in questo regolamento servono a garantire il rispetto reciproco, la cura per l’ambiente scolastico e la serenità necessaria alle attività didattiche. Solo a queste condizioni la scuola può assolvere al compito di trasmettere alle nuove generazioni il patrimonio culturale che ci accomuna. Questo compito le e stato affidato dalla collettività, che lo sostiene con i soldi dei contribuenti. E bene che tutti ne siano sempre consapevoli, in modo da valorizzare al massimo, ciascuno secondo il proprio ruolo, ogni momento della giornata scolastica.

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE

Le uscite didattiche, le visite guidate e i viaggi di istruzione rivestono un ruolo importante nella formazione dei giovani e costituiscono un valido strumento nell’azione didatticoeducativa: sul piano educativo, consentono un positivo sviluppo delle dinamiche socioaffettive del gruppo-classe e sollecitano la curiosità di conoscere; sul piano didattico, favoriscono l’apprendimento delle conoscenze, l’attività di ricerca e conoscenza dell’ambiente.
 
Affinché queste esperienze abbiano un’effettiva valenza formativa, devono essere considerate come momento integrante della normale attività scolastica. Richiedono, pertanto, un’adeguata programmazione didattica e culturale predisposta dalla Scuola fin dall’inizio dell’anno scolastico.
    Allegati
    REGOLAMENTO_DI_ISTITUTO.pdf
    Regolamento_Sanzionidisciplinari.pdf
    REGOLAMENTO_VIAGGI_ISTRUZIONE.pdf